18 marzo 2013

Dragon Quest: Legacy of the Lost - "Can the remnants of our past lead us to a future...?"

LegacyBanner

Ecco cosa significa avere una buona idea che seppur indiscutibilmente semplice realizzata ottimamente  si può rivelare davvero molto interessante. E’ il caso di Dragon Quest: Legacy of the Lost, gioco tributo all’omonima saga di Square-Enix che vide luce nell’era 8-bit con l’indimenticabile console Nintendo Famicon ( da noi in occidente conosciuta più facilmente con il nome NES). Il gioco parte subito con il classico title screen (a dire il vero un po’ bruttino) tipico dei giochi sviluppati con Rpg Maker Vx, ma subito dopo essere entrati nella modalità storia verremo trasportati in un mondo pixelloso e con colori essenziali squisitamente in stile 8-Bit molto lontani dalla grafica standard dell’engine firmato Enterbrain.

DQLegacy6 DQLegacy8

Ovviamente anche gli effetti sonori non sono da meno con la tipica emulazione dei chip sonori anni '80. Nota invece diversa per le musiche che sono squisitamente arrangiate con tanto di archi, batteria e tastiere. In questo fantastico omaggio retrò ovviamente non manca una storia epica e avvincente come ogni Jrpg deve avere. E la cosa positiva è che è totalmente inedita anche se disponibile solo in lingua inglese (ma nulla di trascendentalmente arduo da comprendere).

DQLegacy12 DQLegacy7

Così inizieremo la storia con la classica scena della madre che sveglia l’eroe (un cliché abusato ma sempre di fascino) e gli chiede di accompagnarla al castello per trovare una cura per la sua malattia. Una volta giunti lì scopriremo un regno caduto nelle ombre del male… Così partendo da questo concept tanto semplice quanto intrigante affronteremo svarianti nemici utilizzando le classiche meccaniche a turni degli rpg firmati Square-Enix. Perlustreremo grandi labirinti e una mappa del mondo tanto vasta quando piena di insidie. Non mancheranno i dialoghi con i personaggi non giocanti per scoprire segreti e informazioni utili e ovviamente il sistema di magie, attacchi e cambi di classe. Insomma, i fans della saga di Dragon Quest hanno trovato il loro gioco freeware per passare lunghe ore davanti al monitor.

Download

Blog Widget by LinkWithin
(Click on flag for English version)

0 commenti: