16 settembre 2010

XGloom: Il Gloom dell’Amiga 1200 sta per tornare su PC in un remake multi-piattaforma !

256px-Gloom_front wb_35_2

Quando leggo certe notizie mi prende sempre una certa euforia e anche un leggero brivido di gioia: per i nostalgici dell’Amiga 1200 c’è un nuovo thread su retroremakes che probabilmente farà scendere la classica lacrimuccia a molti vecchi inguaribili amighisti. Un programmatore indipendente sta attualmente lavorando per dare nuova vita al vecchio Gloom: uno sparatutto 3D originariamente pubblicato nel 1995 dalla tedesca Black Magic Software per sistemi Amiga con chipset AGA. Ma cosa aveva Gloom di tanto speciale ?

gloom_aga_06 Gloom_Deluxe_2

Oggi gli sparatutto in tre dimensioni hanno raggiunto la loro piena maturità simulando sempre più accuratamente la realtà grazie a motori di rendering quasi foto realistici ed una sempre più accurata implementazione delle leggi della fisica. Ma in quegli anni non era propriamente così: l’Amiga stava per lasciare il mercato dei videogiochi completamente in mano ai PC IBM-Compatibili e alcune piccole software house lottavano per mantenere ancora viva una piattaforma da gioco che aveva letteralmente dominato la storia. Come già detto in altri post se per il computer della Commodore non era certo un problema gestire stupefacenti videogiochi bidimensionali lo stesso non si poteva dire per quelli in 3D di nuova generazione. La rivoluzione iniziata in quel periodo dalla Id Software con Wolfenstein e Doom non poteva non provocare una reazione di riflesso sul gioiellino elettronico che ci aveva permesso di giocare con titoli del calibro di Alien Breed e Project X.

Gloom cover Gloom_Amiga

Sul Commodore servivano schede acceleratrici da centinaia di migliaia di lire per giocare ai massimi livelli con i pochissimi shooter 3D disponibili in quell’epoca ma Gloom fu una piccola rivincita per i possessori di Amiga 1200 non espansi. Il gioco, oltre ad essere davvero divertente, poteva girare fluidamente anche col processore standard di Amiga 1200 seppur limitato ad una finestra di gioco piuttosto ridotta. Il fullscreen con rendering 1x1 fu implementato appieno con la versione Deluxe, rilasciata pochissimo tempo dopo e in grado di regalare una temporanea sensazione di felicità a chi aveva acquistato una costosa scheda aggiuntiva. XGloom, attualmente in fase di sviluppo,  è in pratica un porting  multipiattaforma dell’originale Gloom Deluxe che inizialmente utilizzerà i file originali della versione Amiga per funzionare. Il nuovo motore grafico 3D sarà però completamente modificabile permettendo di implementare modelli realmente tridimensionali e textures in altissima risoluzione. Il video incorporato mostra i progressi fatti dall’autore, in attesa di future novità vi auguro buona visione.

Blog Widget by LinkWithin
(Click on flag for English version)

0 commenti: