3 luglio 2010

EDICOLA C64.COM – Le cassette italiane delle edicole anni '80 da giocare online ! (retro games)

Commodore 64 online in Italia

Mentre ai piani altri di qualche multinazionale elettronica giapponese o americana studiano come farci credere che il futuro dell’intrattenimento domestico sia la visione in 3D (quella con gli occhiali intendo) c’è qualcuno che dal 2004 cataloga, trasferisce su file vecchi nastri magnetici, compie meticolose ricerche, riempie pagine web con versioni digitali di oggetti che oggi assumono un fascino antico, arcaico e quasi astratto per le nuove generazioni di videogiocatori. Qualcuno che negli anni '80 impazziva davanti alla TV giocando a Dan, quando nel mondo quel gioco era Rick Dangerous. Qualcun’altro per cui Kick Off era soltanto Bomber e Burger Time era semplicemente il PANINARO.

1141-1 rick_dangerous

Anche in TV c’era il paninaro ma quello era Enzo Braschi al Drive-in di Italia 1. I nastri magnetici oggi praticamente scomparsi erano infinitamente più comodi dei cari e vecchi LP, ci potevi fare la compilation da ascoltare in macchina e, volendo, anche riempirli di videogiochi per il personal computer. Ho già parlato di queste cose in altri post ma mi fa sempre piacere tornare con la mente a quei tempi e l’occasione me l’avete data voi, segnalandomi l’emulatore online ora integrato tra le pagine di edicolac64.com. Ecco quindi chi dal 2004 cataloga e rende disponibile per il download quelle buste così dannatamente affascinanti che trovavamo in edicola, quelle buste ben confezionate che a caratteri cubitali indicavano la disponibilità di una doppia versione C64/Spectrum, o VIC-20/C-16 e altro ancora.

Snapshot 1507 paperboy

Del resto se le musicassette offrivano due lati tanto valeva sfruttarli entrambi no ? L’editore prendeva due piccioni con una fava. Ed era proprio grazie a quel nastro che noi potevamo sfidare i pericoli dei templi antichi con Dan, portare a casa un pezzetto di sala giochi con BOLLE BOLLE o consegnare i giornali con la bici giocando a PIERINO IL POSTINO. La nostra bella Italia era fatta così, ed allora era anche completamente legale vendere i videogiochi in quel modo. Quello che è certo è che pur non essendo nati nella ormai sempre più vicina America, nella grande Inghilterra o nell’affascinante Giappone a nostro modo, tra un paninaro visto al Drive-in e un Jukebox fuori da un bar d’estate che suonava Rock the Night non ci siamo proprio lasciati mancare niente, lasciatemelo dire.

Ora, se ne avete voglia, fatevi un giro su EDICOLA C64.com, sfogliate le pagine digitali del nostro passato videoludico e già che ci siete (visto che è ora possibile, grazie anonimo per la segnalazione) provate a passeggiare sulle terre maledette di ZOMBIES, direttamente online, dentro ai vostro browser. L’emulazione è basata sul JaC64 (Java based C64 Emulator) e la lista dei giochi è davvero numerosa. Buona navigazione.

Sito ufficiale                                                                             Commodore 64 online

Blog Widget by LinkWithin
(Click on flag for English version)

4 commenti:

jimbo ha detto...

da segnalare ai più giovani, che altrimenti non si spiegherebbero la cuccagna di avere giochi in edicola un tanto al chilo, che ai quei tempi bastava prendere il gioco originale, cambiargli il nome o magari modificare leggermente la grafica in qualche particolare per venderlo senza alcun problema come un nuovo gioco, perché la legge non prevedeva questa situazione, e il mercato del software era ancora in fase embrionale.. alla faccia del diritto d'autore di oggi :D

IlSiculo ha detto...

Ciao dall'alto dalla tua esperienza ti ricordi x caso il titolo originale di questo http://www.edicolac64.com/public/dettaglio_lista_giochi_presenti.php?id_gioco=7372

Grazie e complimenti x il blog.

idealsoft ha detto...

Io no ma magari qualche altro lettore se lo ricorda ;)
Ciao e grazie per i complimenti :)
Ideal.

Anonimo ha detto...

Un gran bel post e un doveroso omaggio a chi impiega il suo tempo per preservare nel tempo la nostra storia videoludica. Grande ideal.