8 marzo 2009

Hunter's Moon The Return - C64 remake (freeware)

HuntersMoon 2009-03-07 20-45-12-96

Torniamo nello spazio dove nulla si crea e nulla si distrugge. Questa è la frase che mi viene in mente rigiocando a Hunter's Moon grazie al remake di Ovine By Design. Se avevate il caro vecchio C64 e la vostra fonte di approvvigionamento software era l'edicola sotto casa sicuramente vi sarà capitato questo gioco creato nel 1987 dalla Thalamus Ltd. Nell'epoca d'oro degli sparatutto caricati dalle musicassette Hunter's Moon si propone come un gioco atipico.

 hunters_moon_01 Hunters_Moon_ingame

La storia che sta alla base del gioco naturalmente rimane in secondo piano ma si narrava di un solitario navigatore spaziale detto Psychoblaster a bordo di una futuristica navicella battezzata "The hunter". Per un errore del sistema di controllo Psycho finisce dentro un buco nero che lo proietta direttamente in una zona dello spazio sconosciuta. L'intrepido pilota, dopo aver effettuato una accurata analisi della zona conclude che l'unico modo per ritornare a casa è quello di inglobare nell'Hunter dei piccoli vortici presenti nelle vicinanze della nave.

HuntersMoon 2009-03-07 20-49-00-40

Così facendo, livello dopo livello, potrà effettuare dei piccoli balzi nello spazio fino a ritrovare finalmente la zona da lui conosciuta. Ma il nostro eroe deve fare i conti con una strana presenza organica presente in grande quantità in quel luogo lontano. Questa sostanza vivente, che può assumere diverse forme, tende a circondare ogni fonte di energia e così la ritroveremo intorno alla nostra nave e, peggio ancora, intorno ai vortici stellari necessari per il nostro ritorno. I laser della Hunter sono in grado di disperdere solo momentaneamente queste barriere visto che esse si rigenerano in modo assari rapido seguendo una precisa frequenza di loop.

HuntersMoon 2009-03-07 20-49-35-92

Quindi visto che il contatto con l'essere alieno ci sarà fatale dovremo essere rapidi e precisi per aprirci delle momentanee vie di fuga e raggiungere i nostri obbiettivi. Non sarà assolutamente facile, ma sarà necessario per portare a casa la pelle. L'hunter si controlla con i tasti cursore. La direzione del tasto premuto sarà la direzione della navetta quindi dovremo adattarci a questo sistema di controllo. I laser si usano con il tasto Z mentre con ESC accederemo al menù delle opzioni.

hunters_moon

Prima di avviare la partita potremo scegliere il colore dell'hunter e se dotarci di qualche aiuto iniziale come ad esempio uno scudo. Le aree di gioco sono suddivise in settori e come ai vecchi tempi l'unico modo per proseguire la partita dopo un game over sarà quello di annotarci una password quando il sistema ce la fornirà. Seguremo con lo sguardo il veloce lampeggio emesso dalle creature per sapere quando muoverci evitando devastanti collisioni. Finite le tre vite il gioco ricomincia, attenzione quindi, nessun "continue" ci permetterà di proseguire. Se siete abbastanza pazzi da voler affrontare questa nuova avventura stellare dal sapore decisamente retrò puntate il vostro browser sul sito ufficiale di questo remake per ricominciare a lottare per rimanere vivi.

Hunter's Moon download


Pubblicità:


Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin
(Click on flag for English version)

0 commenti: