21 settembre 2008

Return to zero - Asteroid con effetti psichedelici

rtz1 

Il gioco è piuttosto semplice essendo un remake del mitico Asteroids (1979), il mitico shooter spaziale 2D che ha fatto la storia dei videogiochi. Il giocatore comanda una navicella intrappolata in un campo di asteroidi il cui scopo è distruggerli tutti senza farsi mai colpire (abbiamo tre vite a disposizione).
Gli asteroidi però una volta colpiti si "spezzeranno" in altri due frammenti che a loro volta, se colpiti, si scinderanno in altri due frammenti più piccoli.

rtz2

La difficoltà principale è l'uso, di leggi fisiche reali all'interno dei meccanismi di gioco. In RTZ viene infatti introdotta l'inerzia che complicherà non poco le manovre d'evasione e in più gli asteroidi colpiti schizzeranno via in direzioni e velocità imprevedibili. Un'altra minaccia arriva da una navicella aliena che farà saltuariamente comparsa nello schermo di gioco. Questa navicella percorrerà lo schermo diagonalmente sparando all'impazzata e rendendo l'ambiente ancora più pericoloso; fortunatamente ad aiutarci ogni tanto appariranno dei power-ups per aumentare la nostra potenza di fuoco. Il gioco ha come sua particolarità una grafica psichedelica coloratissima (mai fastidiosa), esplosioni, giochi di luce oltre che essere accompagnato da un ottimo sound.
Una volta scompattato il file scaricato basta entrare nella cartella "rtz" e in "return to zero" aprire la cartella "bin" e cliccare su "null.exe" per iniziare il gioco; inoltre, se vorrete configurare la modalità full-screen, a finestra e la risoluzione video, editate con blocco note il file config.lua che si trova sempre nella cartella "bin".
I numeri in alto a sinistra indicano le vite rimaste e i punti accumulati fin'ora.

                                                                                                       Creato da b3r53rk

Download                                                                                                   Homepage

Blog Widget by LinkWithin
(Click on flag for English version)

0 commenti: